Autori

Casta Diva

Il teatro musicale in Europa dalla età rossiniana alla seconda metà dell’Ottocento
Guida all'ascolto

pag. 760, 17 x 24, brossura, illustrato

Maggiori dettagli

new

EM2023

Viagrande, Riccardo

9788860535641

€49,00

Concepito come continuazione ideale de Il Carro di Tespi (Casa Musicale Eco, 2013) e di Che Farò senza Euridice (Casa Musicale Eco, 2016), il saggio analizza la storia del teatro musicale nell’Ottocento, con particolare attenzione all’epoca romantica. Casta Diva narra le sorti del melodramma in Italia, illustrandone successivamente lo sviluppo in altre nazioni europee (Francia, Germania, Russia, Boemia e Spagna); non sono trascurate anche opere quasi sconosciute, recentemente riscoperte e rappresentate. Protagonista del saggio è dunque l’opera, non tanto il compositore; si fornisce  un’ampia guida all’ascolto, in cui, oltre ad un’analisi della parte musicale, impreziosita da  numerosi esem­­­pi, ne vengono delineate la genesi e l’accoglienza, attraverso le recensioni della prima rappresentazione e la sua fortuna con le riprese moderne.

Riccardo Viagrande (Catania 1976), dopo essersi diplomato in Pianoforte e composizione e aver conseguito anche i Diplomi Accademici di Secondo Livello in Composizione e in Direzione d’orchestra Fiati, si è perfezionato in direzione d’orchestra con Dominique Rouits e Isaac Karabatchevsky. 
Laureato in Lettere Moderne presso l’Università di Catania e Dottore di Ricerca in Italianistica, oltre ad essere docente di lettere nei Licei, è autore di numerosi saggi in ambito musicologico apprezzati anche all’estero e vanta collaborazioni con la Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, il Teatro Lirico di Cagliari e il magazine online GBOPERA. Di recente ha conseguito anche la Laurea in Lingue e Culture Europee presso l’Università degli Studi di Catania.