Autori

La mia chitarra + CD

Metodo per chitarra classica

Libro in formato A4 di 132 pagine con CD incluso

Sfoglia il demo online

Maggiori dettagli

new

EM1900CD

Spano, Giacomo

9788860534347

€25,00

Il  libro contiene:
le esercitazioni in ordine progressivo
una ricca antologia con oltre 120 brani
un CD con 50 brani per l'autoverifica

PARTE PRIMA
Le parti della chitarra - Il pentagramma - Le corde - La mano destra - La mano sinistra - I Tasti - Tocco libero e appoggiato - Esercizi per la mano destra su corde a vuoto - Note naturali in I posizione
Note sulla prima corda
Note sulla seconda corda
Note sulla terza corda
La tonalità di Sol
Composizioni monodiche
Note sulla quarta corda
Uso del 4° dito
Note sulla quinta corda
Tonalità minori
Note sulla sesta corda


PARTE SECONDA
Gli arpeggi

PARTE TERZA
Le note simultanee
Studi polifonici su tutti gli elementi appresi


PARTE QUARTA
La II posizione
Il barré
Le legature
Appendice
Scale maggiori e minori di due ottave
Accordi
Indice dei brani

dalla prefazione
Prima di illustrare le caratteristiche e gli obiettivi di quest’opera didattica, vorrei brevemente motivare la scelta di proporre un nuovo metodo di chitarra classica. Di fronte a un panorama già consolidato di opere di questo tipo, dal percorso ormai centenario, tale settore di ricerca sembrerebbe potersi dire ormai completo. In realtà, credo invece – e spero che questa sia un’idea condivisa da molti musicisti e didatti – che in un ambito della conoscenza come quello musicale ci siano sempre nuovi territori da esplorare e soprattutto modi sempre nuovi di osservare e studiare una materia che, come la musica, è in continua evoluzione, proprio come il nostro modo di ascoltarla, crearla e quindi anche di studiarla o insegnarla. Diversamente da quanto si potrebbe pensare, dunque, quello della didattica musicale – e in particolare della didattica chitarristica – è un settore tutt’altro che esaurito, che ha anzi bisogno di linfa sempre nuova per evitare il rischio di ricalcare modelli di apprendimento che, per quanto autorevoli, possono oggi dirsi obsoleti. Questo libro è suddiviso in quattro parti, che affrontano ciascuna le principali peculiarità dello strumento e le relative tecniche. In ogni parte si distinguono poi due momenti dello studio: uno dedicato all’acquisizione della tecnica e delle nozioni teoriche attraverso gli studi, e un altro riservato all’esecuzione e all’interpretazione dei brani antologici.
La prima parte è interamente dedicata alla conoscenza dello strumento e delle sue parti costitutive, all’uso delle mani e alla simbologia ad esse collegata, all’apprendimento delle note in prima posizione (nonché delle principali figure musicali) e del loro utilizzo su facili brani tratti dal repertorio della musica classica e popolare. L’organizzazione degli esercizi è pensata per un apprendimento molto graduale delle conoscenze basilari non solo della tecnica strumentale, ma soprattutto della teoria e della grammatica musicale, per agevolare e rendere meno pesante all’allievo principiante lo studio del solfeggio, che in questo modo viene fatto direttamene e più efficacemente sullo strumento, evitando, almeno in un primo tempo, noiosi esercizi di solfeggio parlato. La raccomandazione principale sarà quella di esaurire completamente e senza troppa fretta questa parte prima di passare a quelle successive, che invece esplorano aspetti più complessi e avanzati della tecnica chitarristica (arpeggi, note simultanee, barré e legature ecc.) attraverso studi specifici e brani di repertorio. Il libro si chiude, infine, con una breve appendice, seguendo la quale l’allievo può fare pratica con le scale nelle principali tonalità e con gli accordi, che consentiranno di esplorare un altro ambito dell’applicazione della chitarra, ovvero quello dell’accompagnamento, molto utile e pratico in situazioni di musica d’insieme. Un’ultima considerazione riguarda i destinatari di quest’opera: la realizzazione di questo metodo è stata ispirata principalmente dall’idea di proporre un’opera didattica che si configurasse come “libro di testo” per allievi delle scuole medie a indirizzo musicale. Ritengo tuttavia che, per le sue caratteristiche e per quelle dei brani antologici in esso contenuti, il testo possa comunque essere un valido strumento per principianti della chitarra di qualsiasi età.