Autori

9 Erodiadi

per coro a 4 voci miste

La pantera rosa - Agente segreto 007 - Topolino e Paperino - Asterix e Obelix - Signor Bonaventura - La Pimpa - Zorro - Gian Burrasca - Peppa Pig

Testi di Carlo Bellora

vai alla versione PDF scaricabile immediatamente (€ 5,99)

Maggiori dettagli

new

EM2029

Gianzini, Sergio

9788860535719

€14,42

9 miniature per coro a quattro voci, caratterizzate dalla cura per la ricerca dello stretto rapporto musica-testo, coniugata all’espressività della linea melodica - in un contesto dove prevale l’attenzione ad una vocalità sempre sensibile alle ragioni della fisiologia canora (e in particolare a quella delle giovani voci) - nella quale è il divertissement sonoro a dominare la scena. Lo stimolo proviene dal testo poetico – le Erodiadi, ovvero filastrocche per grandi e piccini, dedicate a grandi personaggi della fantasia che vivono sul piccolo e grande schermo, ma anche sulle pagine cartonate - tutte giocate sul calembour e sulla ricerca della rima, dell’assonanza, dell’allitterazione e dell’onomatopea. Immagini dal sapore naïve che reinventano e alludono a celebri filastrocche popolari, rivisitandole con fantasia immaginifica, ironica e spiazzante. Si inizia sul piccolo schermo con il passo felpato della Pantera rosa, animale flemmatico e silenzioso, caratterizzato dall’inconfondibile andatura molleggiata, che agisce con grande self control, senza curarsi troppo dei piccoli guai che combina, per passare ai film del mitico Agente segreto 007, che risolve ogni situazione sfoggiando dinamismo e sagacia, ma soprattutto un fascino che pochi personaggi del grande schermo possiedono. Arriviamo al mondo di Walt Disney e agli immortali Topolino - assennato, fidanzato, sempre riflessivo - e Paperino, sbadato, squattrinato, ma dalla simpatia unica. In Gallia ci imbattiamo nelle imprese di Asterix e Obelix, gli eroi di Goscinny e Uderzo, anche loro antitetici in tutto: uno, piccolo e sveglio; l’altro, grosso e un po’ goffo, ma in grado di tener testa ad un’intera guarnigione romana. Un salto nel tempo e torniamo al Corriere dei piccoli, la mitica rivista del 1908, tra i cui personaggi svetta il Signor Bonaventura, nato dalla penna di Sergio Tofano nel lontano 1917, che riesce sempre a volgere a suo vantaggio ogni situazione complessa, guadagnando il suo mitico milione. Tornando verso tempi più recenti incontriamo la semplicità della Pimpa, animaletto simpatico e gioviale, accompagnato dal bonario Armando. Sguainando la spada entriamo nel mondo di Diego della Vega, il personaggio del piccolo e grande schermo che muta il suo aspetto per diventare Zorro, salvando i più deboli con salti incredibili e azioni dalla straordinaria rapidità.  Rapido è anche il toscanaccio Giannino Stoppani, soprannominato Gian Burrasca per tutte le marachelle piccole e grandi che costellano la sua giornata, tanto da finire per punizione in un severo collegio per bambini iperattivi (come si direbbe oggi). Infine, si strizza l’occhio al mondo dei più piccini con le semplici avventure di Peppa Pig, sempre impegnata a scalare un’impervia collina.