Autori

Papà Formicola e altri... + CD

11 canti con gestualizzazioni e finalità didattiche.

Libro in formato A4 di 24 pagine con musiche, testi, e animazioni CD incluso

Maggiori dettagli

new

EM1765CD

Varnavà, Stefano

9788860533111

€16,00

La crescita del bambino soprattutto nei primi anni quanto più avviene in modo globale, tanto più determina uno sviluppo armonioso che lascia aperte tutte le possibilità di trovare ruoli atti a soddisfare le proprie tendenze e capacità.

Quando poi il suono è accompagnato dal movimento sia spontaneo che guidato il coinvolgimento è totale e il bambino vive la proposta da protagonista, ruolo indispensabile perché l’esperienza divenga apprendimento.

Mi piace pensare alla musica come mezzo per presentare, far vivere e raggiungere obiettivi importanti in tutte le aree di crescita di un bambino/a: dalla ludico all’espressiva, alla motoria, alla verbale, alla creativa (ambiti che le proposte seguenti ben rappresentano) alla logico matematica, ... e credo non esistano campi dove non possa essere collocata... (Mirca Castano)

La mia nonna
La mia ragazza
Abbasso la minestrina
La musica moderna
La canzone dello studente
A 10 anni
Il balbuziente
Questa sera che si fa?
Pém dibidùgò
Papà Formicola
Tina era la mia nonna
Penso che il mondo della musica e il mondo dei bambini siano due universi che si attraggono come due poli opposti  e si fondono in espressioni di felicità.
La crescita del bambino/a soprattutto nei primi anni quanto più avviene in modo globale, tanto più determina uno sviluppo armonioso che lascia aperte tutte le possibilità di trovare ruoli atti a soddisfare le proprie tendenze e capacità.
Quando poi il suono è accompagnato dal movimento sia spontaneo che guidato il coinvolgimento è totale e il bambino vive la proposta da protagonista, ruolo indispensabile perchè l'esperienza divenga apprendimento.
Mi piace pensare alla musica come mezzo per presentare, far vivere e raggiungere obiettivi importanti in tutte le aree di crescita di un bambino/a: dalla ludico all'espressiva, alla motoria, alla verbale, alla creativa (ambiti che le proposte seguenti ben rappresentano) alla logico matematica, ... e credo non esistano campi dove non possa  essere collocata.
Mi piace però anche pensare la musica fine a se stessa, dove molteplici possono essere gli obiettivi raggiungibili attraverso il suo utilizzo, anche con bambini "piccoli" (C.E.M.B.)

- discriminazione e riproduzione silenzio/rumore
- discriminazione e riproduzione rumore/suono
- riproduzioni di suoni con il corpo e con quanto il mondo circostante ci offre
- ricerca di suoni in situazioni di vita giornaliera
- ricerca e riproduzione di suoni in attività organizzate (es. lettura o invenzione di una storia)
- scoperta e realizzazione di strumenti musicali
- la voce degli strumenti serve a...
- cerchiamo un simbolo per ogni strumento
- scopriamo la riga del silenzio e su di essa componiamo una situazione musicale...

e altri ancora, che la stessa vita quotidiana spesso ci propone.
E che dire poi dell'attenzione e della concentrazione cosìdifficili da far raggiungere nella realtà anche scolastica che viviamo oggigiorno, cosìpresenti invece in situazioni di proposte musicali?
La musica è in ogni bambino, il ruolo dell'educatore è quello di permettere che ognuno la possa vivere ed esprimere liberamente.

Mirca Castano

  • EM1765 (pdf)
    Visualizza le pagine di esempio del libro.
  • EM1765 (MP3)
    Ascolta il demo audio del CD allegato alla pubblicazione.