Autori

I suoni bianchi della notte CD

new

860186

Autori Vari

8014270861867

€12,30

14 altri articoli nella stessa categoria:

01 - GEPPO E L'USIGNOLO STONATO (2009) [7:21]
musica e testo Luisa Indovini Beretta
Rose-Marie Soncini flauto, Maria Vittoria Jedlowski chitarra e voce recitante

02 - LEGGENDO PINOCCHIO (1997/2011) [6:03]
musica e testo Gabriella Cecchi
Gabriella Chiappa pianoforte, Ugo Donato voce recitante

03 - SERENATA A UN POMODORO AFFLITTO – omaggio a Erik Satie (2009) [6:42]
musica e testo Luisa Indovini Beretta
Maria Vittoria Jedlowski chitarra e voce recitante

04 - GIOVANNIN SENZA PAURA (1999) (Tratto da "Tre racconti con violino") [4:49]
musica Gabriella Cecchi - testo Italo Calvino
Davide Discacciati violino, Ugo Donato voce recitante

05 - L'UCCELLO DELLE TEMPESTE (2010) [10:06]
musica Anna Gemelli - testo Ambra Zaghetto
Laura Faoro flauto, Claudio Lobbia voce recitante

06 - ALI DI CORTECCIA (2009) [6:21]
musica Anna Gemelli - testo Ambra Zaghetto
Laura Faoro flauto, Anna Gemelli pianoforte, Claudio Lobbia voce recitante

07 - IL PROFUMO DEI RICORDI (2011) [9:31]
musica Beatrice Campodonico - testo Ambra Zaghetto
Alberto Drufuca violoncello, Claudio Lobbia voce recitante

08 - BALLATA (2011) [7:08]
musica Annamaria Federici - testo Irina Possamai
Annamaria Federici elettronica e pianoforte, Linda Canciani, Celeste Miolli, Valentina Paronetto voci recitanti

Da un'idea di Luisa Indovini Beretta, compositrice scomparsa nel 2010, è nata quest'opera che racchiude in sé aspetti diversi dell'arte contemporanea: letterario, musicale e artistico. La compositrice milanese aveva desiderato intensamente la realizzazione di un CD di favole e filastrocche accompagnate da composizioni musicali da dedicare ai più piccini. Nel suo concretizzarsi il lavoro si è però rivelato molto più complesso nell'impostazione ed elaborato nei contenuti, tanto da rendersi ora adatto a qualsiasi tipo di ascoltatore.
I Suoni Bianchi della Notte comprende otto brani di cinque compositrici contemporanee italiane: Luisa Indovini Beretta, Gabriella Cecchi, Anna Gemelli, Beatrice Campodonico e Annamaria Federici. Le composizioni rispecchiano la contemporaneità del linguaggio musicale attraverso le moderne possibilità tecniche ed espressive degli strumenti musicali impiegati.
La voce recitante diventa suono, fondendosi con i timbri degli strumenti, per dare risalto al senso intrinseco della narrazione creando sensazioni ed emozioni coinvolgenti.
L'opera è completata da un ciclo di dodici tavole a rilievo, Le Cose Bianche della Notte (Ambra Zaghetto, 2011), presentate come complemento ai testi e alla musica.
Le tavole nella realtà sono oggetti tattili i cui soggetti sono generici e astratti per lasciare libertà all'ascoltatore / lettore di creare una forma di pensiero in relazione al contenuto testuale e all'emozione suscitata dall'ascolto della musica.
Il ciclo rappresenta il sogno che insorge nella mente del bambino mentre sta per addormentarsi dopo aver ascoltato la lettura della favola; la struttura di un sogno è imprevedibile, ed è altrettanto imprevedibile la forma di ciò che interverrà e sarà
collegato durante l'azione del sogno stesso.