Autori

Stones & Flowers

Giacomo Ronchini, piano solo

Guarda su 

Maggiori dettagli

new

860203

Jobim, Tom

8014270862031

€13,11

…Questa musica mi sta chiamando di Heitor Topeça

Ci sono percorsi artistici inaspettati che se si ha il coraggio di intraprendere possono esplodere con tutta la loro ricchezza. Così accade al pianista Giacomo Ronchini che a breve distanza dall’uscita dei suoi due dischi Mozart in Paris (con un’esecuzione attenta e raffinata delle Sonate capolavoro del musicista salisburghese) e Andorinha (con una personale rilettura cool dei più celebri songs di Jobim) torna con forza dirompente di personalità e originalità alla musica di Antonio Carlos Jobim suggellando indelebilmente con la sua firma un connubio particolarmente interessante. Un disco concepito tutto d’un fiato, quasi non ci fossero tracce, ma respiri di un’esecuzione live. I continui chiaroscuri con cui si succedono i brani, tutti allacciati da fini trame armoniche e tematiche ci immergono in una narrazione unica e avvincente. La bossa-nova come l’abbiamo sempre ascoltata lascia spazio a una visione sempre più moderna e “colta” della musica di Jobim così permeata di spunti compositivi novecenteschi; Ronchini li sottolinea nei suoi arrangiamenti e improvvisazioni con veri e propri sviluppi compositivi dei temi svelando sapientemente le influenze europee, ma mai tradendo lo spirito originale e la compattezza della trama. Un pianoforte “a tutta estensione”, roccioso e vellutato al tempo stesso che ci racconta di una musica piena di vita che ci chiama alla passione per essa, e di un compositore che esce dal ruolo di chansonnier per scrivere pagine di rara bellezza e profondità.